Haiti vive ancora “ai tempi del colera”

13 ottobre 2011

Solo un piccolo aggiornamento. E’ passato un anno dallo scoppio ad Haiti dell’epidemia di colera, molto probabilmente importata dai caschi blu dell’Onu appartenenti al contingente nepalese della missione delle Nazioni Unite, la Minustah, e da allora se n’è parlato davvero poco.

In realtà s’è parlato poco anche delle generose donazioni e dei suoi (per ora) scarsissimi risultati per la vita della popolazione dopo il tragico terremoto del 12 gennaio 2010 che fece oltre 250mila vittime e un milione e mezzo di senza tetto.

Solo meno di un mese fa, dopo un’impasse durata tutta l’estate, Haiti ha scelto un Primo Ministro (in attesa ancora di approvazione da parte di una camera ma sembra quasi fatta…) che è stato indicato dal Presidente-Cantante Michel Martelly.

Oggi gli sfollati sono ancora più di 750mila e i soldi confluiti verso le agenzie dell’Onu, le oltre 10mila Ong presenti sull’isola e la commissione per la ricostruzione affidata a Bill Clinton in gran parte non sono stati elargiti, insomma non ci stanno e/o non si stanno usando…

Nell’ultima settimana c’è stata una nuova impennata nei casi trattati anche a causa della stagione delle piogge che non è ancora terminata, anzi, sta entrando nell’ultima fase, quella più dura, come segnala una responsabile regionale della Protezione civile haitiana, Guillaume Silvera. Ad oggi le vittime dell’epidemia sono 6500 e i casi registrati sfiorano i 500.000.
Info e alcuni reportage per non scordare Haiti sul sito dell’iniziativa http://www.haitiemergency.org/

Ultimi Post
  • Docenti di lingua-cultura italiana, precari e bistrattati all’estero
    4 aprile 2014

    Questo post che contiene un reportage sull’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, un caso emblematico di una situazione generale piuttosto preoccupante. Gli articoli e le proteste sull’operato degli IIC sono aumentate molto negli ultimi mesi così come gli appelli a non eliminarli o a tagliarne le risorse. In effetti queste non paiono soluzioni [...]

  • Istituti Italiani all’Estero e in Messico: Interrogazione Parlamentare
    28 marzo 2014

    Il 12 marzo 2014 c’è stata un’interrogazione parlamentare, presentata da Emanuele Scagliusi (M5S), che si basa su informazioni riportate dal Fatto Quotidiano, da ansa.it, dalla Federazione indipendente lavori pubblici della Farnesina e anche su una lettera di protesta della comunità italiana in Messico del 2013. Il testo denuncia una lunga serie di irregolarità, relative agli IIC di [...]

  • Presidenziali di El Salvador al cardiopalma
    12 marzo 2014

    Il candidato progressista del Fronte Farabundo Martì per la Liberazione Nazionale (FMLN) di El Salvador, l’ex guerrigliero e sindacalista Salvador Sánchez Cerén, è il virtuale presidente del paese, col 50,11% dei voti ottenuti al ballottaggio del 9 marzo. Il candidato conservatore dell’Alleanza Repubblicana Nazionalista (ARENA), l’ex sindaco della capitale San Salvador, Norman Quijano, ha perso per [...]

Archivio
Tag
america latina appello Attualità Bologna calderon città del messico colombia Culto Cultura diritti umani documentario donne elezioni esteri fabrizio lorusso femminicidio florence cassez foto Francia genere giustizia governo Haiti Italia lavoro Lega Nord Letteratura Libri manifestazione messico mexico milano mondo narcos Notizia PD politica Polizia Radio Religione Repressione santa muerte società Sorci Verdi stato storia sudamerica Usa viaggi Video